Il Reciprocal Imitation Training – nuove prospettive della formazione on -line

0
199

Lo psicologo Allison Wainer ha condotto uno studio pilota, presso la Michigan State University, per dimostrare la funzionalità e vantaggi dell’  utilizzo di Internet per insegnare ai genitori di bambini con disturbi dello spettro autistico (ASD) come utilizzare le tecniche di intervento precoce. Il programma consiste in delle sessioni in diretta, durante le quali vengono svolti degli allenamenti con dei materiali di apprendimento forniti anch’essi on-line.

Il loro rapporto appare nel Journal of Autismo e disturbi dello sviluppo .

Al termine del programma, la maggior parte dei genitori che vi avevano partecipato applicavano in modo efficace le tecniche di terapia imparate inoltre, la maggior parte dei loro bambini, mostravano dei miglioramenti nella loro abilità di imitazione, obiettivo fondamentale del programma. L’imitazione è una competenza di base per le interazioni sociali e per la comunicazione.

Alycia Halladay, Autism Speaks senior director per le scienze cliniche e ambientali, riporta come “Dato l’enorme bisogno delle famiglie affette da ASD, dobbiamo considerare delle opzioni alternative per quelle famiglie che non hanno la possibilità di avere un terapista comportamentale, questo approccio permette di rendere accessibili i servizi per coloro che altrimenti non possono averlo e di ottimizzare gli interventi già esistenti”

Raggiungere le famiglie lontane
Lavorando dal loro studio  presso la Michigan State University, i ricercatori sono riusciti a coinvolgere cinque famiglie che abitano a centinaia di chilometri di distanza in Ontario, Canada. Le famiglie erano composte in modo eterogeneo quattro famiglie erano immigrate in Nord America, e tre parlavano una lingua straniera in casa oltre che l’ inglese. Quando lo studio è iniziato i figli con ASD avevano un età variabile dai 2,5 a poco meno dei 5 anni. Screenshot 2014-08-09 12.22.58

Le famiglie e i ricercatori comunicavano utilizzando la piattaforma Skype, un programma di video-conferenza gratuita, protetto da password. In una prima fase, i ricercatori hanno utilizzato il collegamento per osservare l’interazione dei genitori e dei bambini finché giocavano. Ciò per misurare il livello di partenza delle capacità dei bambini dei loro genitori di interagire assieme. Successivamente, i genitori hanno completato quattro  lezioni web-based auto-guidate dove veniva introdotto il RIT, tale programma  incoraggia l’ imitazione attraverso il gioco. In ricerche precedenti, supportate da Autism Speaks, il dottor Ingersoll ha dimostrato l’efficacia di RIT nel migliorare l’impegno sociale. I genitori hanno avuto anche la possibilità di guardare dei video clip più lunghi dell’interazione di terapisti e genitori con dei bambini con disturbo dello spettro autistico.

Screenshot 2014-08-09 12.23.18Al termine delle lezioni on line, i ricercatori hanno valutato nuovamente i comportamenti e le interazioni tra i genitori e i bambini attraverso la videoconferenza.Tutti i genitori hanno mostrato dei miglioramenti con la tecnica RIT, e quattro dei cinque bambini hanno mostrato dei miglioramenti nelle abilità di imitazione.

I ricercatori – che sono tutti psicologi dell’età evolutiva – hanno poi fornito tre sessioni di coaching di trenta minuti per ogni famiglia. Utilizzando il collegamento on -line, gli psicologi hanno fornito commenti e suggerimenti mentre guardavano i genitori che applicano le tecniche di intervento insegnate, contemporaneamente i genitori potevano porre delle domande ai loro allenatori.

A conclusione di queste ultime sessioni, quattro genitori su cinque erano in grado di utilizzare le tecniche di terapia in modo coerente e accurato. Tutti i bambini hanno migliorato le abilità di imitazione con un miglioramento significativo  in quattro dei cinque figli. Screenshot 2014-08-09 12.23.22

Wainer riporta come “I nostri risultati sono importanti per mostrare che i programmi web-based che combinano l’ auto-apprendimento e il coaching on-line hanno il potenziale per aumentare l’accesso agli interventi efficaci. Questo è importante per affrontare le diverse esigenze delle famiglie sia di chi si trova di fronte a lunghe liste di attesa per usufruire di una terapia comportamentale sia di quelli che vivono in zone remote con pochi servizi.”

Commenta

commenti