Toilet Training, come insegnare l’uso del bagno ai bambini con autismo

0
5027

Il raggiungimento del controllo sfinterico è considerato uno degli obiettivi più importanti  nel programma di intervento relativo alle autonomie di base. Per raggiungere questo obiettivo alcuni piccoli suggerimenti tratti dal’ insegnamento strutturato della capacità di andare in bagno (toilet training).download (17) La raccomandazione primaria è quella di appoggiarsi in ogni caso a delle figure esperte, questi vogliono essere solo degli utili suggerimenti di come potrebbe strutturarsi un’intervento efficace. Il controllo sfinterico è una tappa dello sviluppo molto importante, la difficoltà può essere anche legata ad altri problemi di salute: alimentazione, dieta, disturbi gastrointestinali, ecc. Fondamentale per un corretto raggiungimento dell’obiettivo è decidere assieme a tutto il nucleo familiare di intraprendere questa procedura che dura, in genere, due settimane. E’ importante quindi stabilire una data di inizio per l’attuazione e dopo 2 settimane un controllo per esaminare i progressi. Anche la casa va strutturata per bene, determinare il luogo dove il bambino rimarrà per la del bere, preparare il bagno e le aree in cui il bambino dovrà andare in modo tale da renderle il più accoglienti e sicure possibili, un suggerimento importante è quello di fotografare i vari luoghi, cucina e bagno, in modo tale da aiutare il bambino nella comprensione di quello che si sa facendo. Nel determinare quale bagno si utilizza scegliere quello che per il bambino è più accessibile o il più familiare e preparare i premi in un posto e in un luogo inaccessibile al bambino ma ben visibile in bagno (vale a dire. mettere gli elementi in un contenitore trasparente, meglio se lo si fa la sera prima in modo tale che al momento del bisogno sia tutto pronto.

Prima di visionare i suggerimenti è importante scegliere il premio giusto :

– Scegliere un premio tangibile;

– Scegliere qualcosa di alto valore per il bambino; qualcosa di cui non può stare senza;

– Il premio deve rimanere nel bagno ma fuori dalla portata del bambino, va bene se il bambino vede dove si  sta mettendo il premio;

– Bisogna ricordarsi che il bambino non può avere accesso al premio scelto per il bagno in nessun altro momento, in nessun altro luogo o per qualsiasi altro motivo che non sia l’utilizzo del bagno in modo corretto.

– I premi commestibili sono di solito i migliori poiché sono di consumo, così il bambino non deve o restituire il rinforzo causando frustrazione

1
2
3
4
5
6


 

Tratto da National Autism Conference

 

Commenta

commenti