SOS fondi per l’integrazione degli alunni autistici

SOS fondi per l’integrazione degli alunni autistici

Le foto di due bambini tristi e soli. Uno al mare, l’altro sul prato. Corredate dallo slogan: “Ogni anno, 80.000 bimbi autistici vorrebbero che le vacanze terminassero”. È la campagna-choc diffusa dall’associazione francese Autistes Sans Frontières. Che, sulla scia della sonora sentenza del TAR di Parigi contro la mancata presa in carico dei bimbi autistici da parte delle istituzioni scolastiche, ha lanciato una raccolta fondi per l’investimento nella formazione dei docenti, nella creazione di unità d’insegnamento speciali, nell’acquisto di strumentazioni ad hoc. Solitamente a carico delle famiglie. Secondo l’associazione, se ogni cittadino donasse €13, si porrebbe rimedio alla mancata scolarizzazione degli 80.000 bambini con disturbi dello spettro autistico.

 

Tratto da West-info.eu

 

Last Updated on

Raffaele Ettrapini

Laureato in Psicologia, Neuroscienze, all’ Università degli Studi di TRENTO. Iscritto all’Albo degli Psicologi di Trento. Specializzando presso la Scuola di Psicoterapia Cognitiva di Verona. Iscritto a ISAAC ITALY. Si è specializzato nell’ ambito dei disturbi dello Spettro autistico attraverso la partecipazione a Master, Corsi di formazione e di perfezionamento. Ha svolto attività di ricerca e collabora con il Dipartimento di Scienze della Cognizione e della Formazione, Laboratorio di Osservazione Diagnosi e Formazione (ODFLab), dell’Università degli Studi di Trento.