Parco giochi Accessibili, nuove prospettive

817

Una scuola a Owings Mills, che si occupa di bambini autistici dai 2 agli 8 anni, Il Shafer Center, ha recentemente installato un parco giochi destinato ad aiutare i bambini attraverso l’interazione sociale e le capacità motorie.

Le attrezzature specializzate sono in grado di “favorire l’interazione sociale” tra i bambini autistici, che a volte hanno maggiori difficoltà e impiegano un tempo maggiore ad interagire socialmente soprattutto per un corretto uso dei segnali sociali.

“Tante attività nel parco giochi richiedono più di una persona”, ha detto Kristen DeBoy, terapista di analisi comportamentale applicata, ABA, presso la Shafer Center, “questo favorisce l’interazione sociale.”

Il parco giochi è dotato di giochi speciali, appositamente realizzati l’attrezzatura del parco giochi tuttavia è simile a ciò che viene utilizzato sui campi da gioco tradizionali, ma ha elementi sensoriali, come ad esempio uno scivolo a rulli, che sono utili per i bambini autistici. Il Shafer Center non è l’unica scuola locale con un parco giochi Autism Friendly. Il Kennedy Krieger Institute ne ha installato uno nel 2012 per i suoi studenti, e altri ce ne sono in tutto il paese.

Immaginefdb

I ricercatori hanno cominciato a considerare i campi da gioco come una forma di terapia per i bambini nello spettro autistico fin dal 1975, ha detto Luke Kalb, un  dottorato nel dipartimento di salute mentale della Johns Hopkins University.  I campi da gioco possono essere costruiti e realizzati in modo tale da agire sui “deficit” dei bambini autistici come ad esempio una mancanza di competenze sociali , una iper o ipo attività mentre li si aiuta a sviluppare delle capacità motorie.

Secondo Kalb i parchi giochi possono essere considerati terapeutici poiché presentano un livello adeguato di sfida fisica, supportano il gioco immaginativo e aiutano i bambini a strutturare i loro movimenti. Senza dubbio il beneficio che i bambini autistici ricavano da questi parchi è ancora da verificare attraverso ricerche specifiche.

Inoltre i parchi giochi cosi strutturati possono essere utilizzati anche per osservare i bambini e identificare alcuni tratti specifici inerenti al disturbo dello spettro autistico, secondo Kalb ” i parchi giochi sono più naturalistici e meno strutturati” , “E’ un contesto ottimale per capire meglio lo sviluppo del bambino.”  DeBoy ha riportato come la speciale altalena abbia aiutato un bambino che seguiva. Questo bambino che non amava parlare con gli altri bambini e soprattutto giocava da solo, ma grazie all’altalena, che richiede più di una persona per essere usata e ha quattro sedili con schienali più un posto in mezzo, ha iniziato a chiedere agli amici di giocare assieme.

Secondo DeBoy ciò risponde ad uno dei grandi quesiti dei genitori di bambini con disturbo dello spettro autistico  “I miei figli hanno amici e possono essere in grado di giocare con gli altri bambini?”.images (12)

Il moto particolare di alcuni giochi può scuotere i bambini ipoattivi o aiutare a calmare e a scaricare l’ eccesso di energia quando lo swing  ondeggia avanti e indietro come il pendolo di un orologio, il movimento può essere rilassante; quando si gira come una trottola, la sensazione nei bambini è invece più stimolante.

Il nuovo parco giochi è stato progettato da una società locale, Sparksatplay, che si è specializzata nella creazione di spazi esterni unici.  Le competenze acquisite sul campo da gioco, come chiedere un altro bambino di  giocare assieme , possono anche essere riproposte in altri contesti , magari facendoli sentire abbastanza sicuri per chiedere ad un amico di sedersi con loro a pranzo, o di giocare al chiuso con loro in un giorno di pioggia.

da New playground intended to help autistic children build social skills