GIORNATA MONDIALE PER LA CONSAPEVOLEZZA DELL´AUTISMO

0
164

Origine della manifestazione: L´evento si inserisce nella programmazione che l´Istituto Superiore di Sanità svolge per la sensibilizzazione alle principali tematiche legate all´autismo e ha il particolare scopo di promuovere le attività di ricerca del progetto “Non invasive tools for early detection of Autism Spectrum Disorders” Giovani Ricercatori – Ricerca Finalizzata 2008 –GR3 – esercizio finanziario 2014 (Responsabile Maria Luisa Scattoni).

 

Scopo e obiettivi: I disturbi dello spettro autistico (ASD), caratterizzati da una grave compromissione delle relazioni sociali, perseverazione e deficit di comunicazione, rappresentano un disturbo pervasivo dello sviluppo con una prevalenza riportata in stime che vanno da 1/150 a 1/88. L´eziologia dell´ASD è tutt´oggi in gran parte sconosciuta e, benché vi sia una significativa componente genetica di questo insieme di patologie, alcuni fattori ambientali (infezioni materne, deficit immunitari, esposizione in fase neonatale ad agenti neurotossici) potrebbero rivestire un ruolo predisponente allo sviluppo della patologia. Nell´ultimo decennio i dati epidemiologici hanno indicato un significativo aumento dei casi di ASD, in parte dovuto a una migliore definizione dei criteri diagnostici e a una maggiore attenzione alle patologie neuropsichiatriche dell´età evolutiva. Quali che siano le cause di quest´aumento nell´incidenza (anche potenziali cause ambientali su una base poligenica), l´incremento dei casi di ASD osservato nell´ultimo decennio richiede un rapido e profondo processo di riorganizzazione dei servizi, in prima istanza di quelli sanitari, sia per quanto riguarda la tempestività della diagnosi e la standardizzazione dei criteri diagnostici, sia per la continuità tra diagnosi e inizio di un adeguato progetto terapeutico integrato, altrettanto precoce. Il 2 aprile si celebra la Giornata Mondiale della Consapevolezza dell´Autismo, sancita dalle Nazioni Unite con la risoluzione 62/139 del 18/12/2007, un evento internazionale importante e necessario a stimolare l´impegno in questo settore delle varie istituzioni per il miglioramento dei servizi, per la promozione della ricerca e per informare i cittadini sui disturbi dello spettro autistico. In occasione di questo evento l´Istituto Superiore di Sanità (ISS) organizza una Conferenza dal titolo ‘Giornata mondiale per la consapevolezza dell´autismo. 2 aprile 2014 – ‘I disturbi dello spettro autistico, dalla diagnosi precoce alla vita adulta´, dedicata soprattutto a incontrare le famiglie e la cittadinanza per contribuire alla diffusione delle più recenti acquisizioni scientifiche in campo eziopatogenico e importanti per la costruzione di percorsi appropriati della presa in carico delle persone con autismo.

 

Metodo di lavoro: La conferenza si svolgerà attraverso la presentazione di relazioni tenute da personalità di riconosciuta esperienza nel campo dell´autismo seguite da una Tavola rotonda di confronto tra gli esperti e il pubblico

 

RELATORI
Francesco Barale – Università di Pavia, Dipartimento di Scienze Sanitarie Applicate e Psicocomportamentali, Pavia
Pietro Cirrincione –Gruppo Asperger onlus, Autism Europe
Serafino Corti – Fondazione Istituto Ospedaliero di Sospiro Onlus, Dipartimento Disabili, Brescia Università Cattolica, Brescia
Giovanni Marino – Presidente, FANTASIA (Federazione Nazionale delle Associazioni a Tutela delle persone con Autismo e Sindrome di Asperger)
Ignazio Marino – Sindaco, Roma Capitale
Davide Moscone – Associazione Spazio Asperger, Roma
Antonio Narzisi – IRCCS Stella Maris – Università di Pisa, Dip. di Neuroscienze dell´Età Evolutiva, Pisa
Fabrizio Oleari – Presidente, Istituto Superiore di Sanità
Antonio Persico – Policlinico Universitario Campus Bio-Medico, Roma
Maria Luisa Scattoni – Istituto Superiore di Sanità
Aldina Venerosi – Istituto Superiore di Sanità
Paola Venuti – Università di Trento, Dipartimento di Scienze Cognitive, Trento
Zygmut Zimowski – Presidente, Pontificio Consiglio per gli Operatori Sanitari
Responsabili scientifici
Maria Luisa Scattoni, Aldina Venerosi
Dipartimento di Biologia Cellulare e Neuroscienze, Reparto di Neurotossicologia e Neuroendocrinologia,
Istituto Superiore di Sanità, Roma

 

PROGRAMMA
9.0 Saluti delle autorità
9.15 Introduzione Fabrizio Oleari
9.30 Fattori genetici e ambientali: quale la causa dell´autismo? Antonio Persico
10.00 Traiettorie evolutive e indicatori prognostici Antonio Narzisi
10.30 Percorsi di intervento: il ruolo della scuola Paola Venuti
11.00 La dimensione long-life dell´autismo Francesco Barale
11.30 Interventi riabilitativi e qualità di vita: criticità ed opportunità nella presa in carico di adulti con D.I. e con Autismo Serafino Corti
12.00 Asperger: un caso particolare? Davide Moscone
12.30 pausa
13.00 Tavola rotonda con la partecipazione di Fantasia (Giovanni Marino), Autism Europe e Gruppo Asperger onlus (Pietro Cirrincione). Moderatori : Maria Luisa Scattoni, Aldina Venerosi
14.30 Conclusioni

 

PER ISCRIZIONI

Commenta

commenti


Previous articleVenezia – Special Need
Next articleFondazione Bambini e Autismo ONLUS
Laureato in Psicologia, Neuroscienze, all’ Università degli Studi di TRENTO. Iscritto all’Albo degli Psicologi di Trento. Specializzando presso la Scuola di Psicoterapia Cognitiva di Verona. Iscritto a ISAAC ITALY. Si è specializzato nell’ ambito dei disturbi dello Spettro autistico attraverso la partecipazione a Master, Corsi di formazione e di perfezionamento. Ha svolto attività di ricerca e collabora con il Dipartimento di Scienze della Cognizione e della Formazione, Laboratorio di Osservazione Diagnosi e Formazione (ODFLab), dell’Università degli Studi di Trento.