L’omissione o le insufficienze nell’apprestamento da parte dell’amministrazione scolastica di quella attività doverosa – si legge nel dispositivo del Tar Campania – si risolvono in una sostanziale contrazione del diritto fondamentale del disabile all’attivazione, in suo favore, di un intervento corrispondente alle specifiche esigenze rilevate, condizione imprescindibile per realizzare il diritto ad avere pari opportunità della fruizione del servizio scolastico”.

Con queste parole la sentenza del Tar della Campania e il Tribunale amministrativo regionale ha accolto il ricorso presentato dai genitori di una bambina autistica di 5 anni, originaria di Vico Equense, alla quale venivano garantite solo 17 ore di sostegno a settimana, disponendo l’assunzione a tempo indeterminato di un docente che dovrà essere al fianco della piccola durante l’intero orario scolastico. A riportare la sentenza, che potrebbe creare un precedente di non poco conto, è il quotidiano Metropolisweb che sottolinea come “secondo i giudici, che hanno annullato i provvedimenti assunti anche dall’istituto scolastico frequentato dalla piccola (si tratta di un plesso della penisola sorrentina), anche in presenza di “insufficienze d’organico” dei docenti, l’ufficio regionale e la stessa scuola hanno la possibilità di andare in deroga alla normativa che attualmente regola il rapporto tra alunni disabili e insegnanti di sostegno”.

Commenta

commenti

Leggi anche  Partito oggi il più grande progetto europeo a favore delle persone con autismo
®Copyright Portale-autismo.it un progetto di  Totem Solution e Cammino di Santiago
oppure

Accedi con le tue credenziali

oppure    

Forgot your details?

oppure

Create Account