Manson è un bimbo a cui è stato diagnosticato l’autismo. Ha sempre manifestato una forte paura per le forbici e  quindi un semplice taglio di capelli può trasformarsi in un impresa molto complicata. Dopo diversi tentativi i due si sono rivolti a James Williams, un barbiere di Neath Port Talbot in Galles. James ha provato diverse volte a tagliare i capelli a Manson ma con scarsi risultati : “Non mi faceva avvicinare alle sue orecchie. Era terrorizzato” ha detto il barbiere. Il ragazzo non si è fatto scoraggiare dagli insuccessi e ha adottato un approccio diverso: piuttosto che costringere Manson a sedersi su una sedia ha raggiunto il bimbo sul pavimento, sdraiandosi accanto a lui. James ha conquisstato così la sua fiducia., riuscendo finalmente ad accorciargli i capelli. Dopo il taglio invece di dargli il cinque come avevano stabilito il barbiere ha ricevuto da parte del piccolo un lungo abbraccio di ringraziamento . Un gesto, inaspettato, che lo ha reso ancora più orgoglioso di essere stato paziente e di aver soddisfatto le richieste del suo piccolo cliente.

Leggi anche  Siate gentili con le mucche - La storia di Temple Grandin
®Copyright Portale-autismo.it un progetto di  Totem Solution e Cammino di Santiago
oppure

Accedi con le tue credenziali

oppure    

Forgot your details?

oppure

Create Account