Presso la sala Marmoteca di CarraraFiere, si è tenuto il meeting per il progetto Europeo AU.T.O.(AUtistic adults Training for new Opportunities) a cura di ANFFAS Onlus di Massa-Carrara e realizzato con la partnership di alcune associazioni inglesi (The National Autistic Society), Austriaci (Die Querdenker), Rumeni (Blijdorp Association Romania) e Lituani (VšI Edukaciniai Projektai), tutti presenti al meeting.

Alla conferenza hanno partecipato oltre 180 persone con la presenza delle autorità locali oltre al presidente Nazionale ANFFAS Roberto Speziale e Barbara Trambusti responsabile del settore integrazione socio-sanitaria della regione Toscana Il progetto, della durata di due anni e realizzato nel rispetto dei tempi previsti, è stato dedicato alle persone che soffrono di “Disturbi dello Spettro Autistico” (DSA), nell’età adulta e giovanile, con particolare riferimento al periodo che intercorre tra la conclusione della scuola superiore, o durante in alternanza scuola/lavoro, e l’inserimento in un contesto socio-lavorativo, con lo scopo di incrementare il loro livello di occupazione. L’idea è quella di raggiungere tale obiettivo attraverso l’impiego efficace delle funzioni esecutive (per esempio, l’abilità di immaginare il lavoro da eseguire, l’utilizzo della memoria ai fini dei compiti da svolgere, attenzione, capacità di adattamento….).

La presidente di ANFFAS MS, Prof.ssa Fiorella Nari, ha voluto ricordare che “come mostrano diverse esperienze e ricerche, il problema più importante che affligge le persone con autismo in relazione all’accesso e/o alla permanenza nel mercato del lavoro dipende dai loro schemi comportamentali. Con questo progetto ANFFAS MS, assieme ai colleghi europei, ha voluto dare un contributo finalizzato ad aiutare l’avvicinamento al mondo del lavoro delle persone con autismo, perché la dignità delle persone passa anche attraverso un ruolo lavorativo e la convenzione ONU sulle persone con disabilità, legge dello stato italiano, lo sancisce come diritto

Durante la conferenza è stato presentato il “Manuale delle buone prassi”, la realizzazione del quale era uno degli obiettivi centrali del progetto. Il manuale è reperibile, assieme ad altro materiale relativo al progetto, sul sito gestito da ANFFAS MS www.autistictraining.eu oppure tramite i link del sito istituzionale di ANFFAS MS www..anffasms.it).

Via Pressin