Applicazioni e attività per migliorare le abilità sociali in bambini con autismo – 1° parte

2923

 Tablet, Applicazioni e attività per migliorare le abilità sociali di bambini con disturbo dello spettro autistico

(Juan Pablo Hourcade, Natasha E. Bullock – Rest e Thomas E. Hansen)

RIASSUNTO:

Nonostante i grandi miglioramenti  nella diagnosi e negli interventi precoci, la maggior parte dei bambini diagnosticati con disturbo dello spettro autistico (ASD)  hanno meno probabilità di vivere indipendentemente  quando raggiungono l’età adulta. Questi ricercatori hanno condotto una ricerca  basandosi sulle nuove tecnologie con l’obiettivo di promuovere abilità sociali.  In questo studio hanno partecipato 26 bambini diagnosticati con ASD, insegnanti e i loro stakeholders, sono state sviluppate un set di attività che possono aumentare comportamenti pro-sociali tali come la collaborazione, coordinazione, aumentare il gradimento per attività sociali e fornisce ai bambini nuove forme di espressione.

INTRODUZIONE

Il numero di bambini con ASD continua a crescere, nonostante i grandi passi per una diagnosi e un intervento precoce gli esiti restano ancora poveri. Per rispondere ai bisogni delle persone con ASD si è iniziato a studiare nuovi metodi di intervento,  sviluppando attività supportate da computer per aumentare le abilità sociali dei bambini con ASD con una maggior enfasi nella collaborazione, coordinazione, creatività, compromettendosi con gli interessi degli altri e capire emozioni. I ricercatori hanno usato come piattaforma dei tablet per autismo multitouch per supportare le attività faccia a faccia e per aver sviluppato una “cassetta” di applicazioni semplici, libere di errore e senza limiti. In questo articolo, vengono presentate le attività e applicazioni che questo gruppo di ricercatori hanno sviluppato, e come i bambini hanno partecipato in queste attività, concentrandosi nell’esperienza di tre bambini.

LETTERATURA

Gli ultimi dati mostrano che un bambino su 80 ha un disturbo dello spettro autistico, le caratteristiche di questo disturbo sono gravi deficit nell’interazione sociale, comunicazione verbale e non verbale, abilità immaginativa insieme a comportamenti e attività ristrette e ripetitive. I tipi di interventi con il maggiore supporto empirico per bambini con ASD usano un’analisi del comportamento applicato che coinvolge l’uso di istruzioni chiare, ripetizione, pratica e rinforzo (che sono alla base dell’approccio comportamentalista).

 L’uso più frequente di questa metodologia ci fa pensare che essa stia dietro al miglioramento nei risultati positivi negli adulti con ASD che sono stati diagnosticati in età prescolare, anche se purtroppo i livelli di dipendenza restano ancora alti.  Eaves e Ho hanno classificato la metà degli adulti  con poca indipendenza   nonostante essi siano stati diagnosticati nella scuola materna e abbiano ricevuto un intervento precoce, e altri stimano che la percentuale di adulti che vivono indipendentemente sono tra il 4 e il 12 percento. Questi risultati suggeriscono che c’è un set di interventi solidi che hanno un effetto positivo in molti bambini con ASD, ma più che altro questi tipi di interventi devono essere fatti per aumentare il numero di bambini con ASD che possono vivere indipendentemente nell’età adulta.

INTERVENTI BASATI SUL COMPUTER

Negli ultimi dieci anni si sono visti un gran numero di interventi basati sul computer, le applicazioni sono progettate per schermi multitouch che incoraggiano le interazioni sociali e aiutano ai bambini a praticare le abilità sociali.

Per esempio, Piper et al., hanno progettato un’applicazione per bambini con ASD sottoforma di gioco cooperativo per 4 persone, gli autori hanno trovato che il gioco forniva agli studenti una forte esperienza di impegno nel gruppo di lavoro, che sarebbe qualcosa che molte volte può risultare una vera sfida. Hendrix e col., hanno studiato la progettazione di un’applicazione concreta per un tablet che coinvolge ai bambini timidi o socialmente isolati in giochi che danno loro dei ruoli che incoraggiano altri bambini a impegnarsi in maniera positiva con risultati promettenti.ipad-speech-app-300x219

I tablet multitouch hanno il potenziale di fornire vantaggi simili che il piano di lavoro tradizionale in termini di incoraggiare il comportamento pro-sociali attraverso la condivisione di una superficie interattiva, mentre fornisce vantaggi in termini di costi, disponibilità, flessibilità di uso e mobilità. Loro possono permettere comportamenti sociali addizionali come passare il dispositivo ad un’altra persona.  Le tecnologie concrete sono usate per incoraggiare le interazioni sociali, alcune tecnologie mobile sono state progettate per supportare e incoraggiare la comunicazione con gli altri. Ci sono tecnologie che si riferiscono all’ ambiente quotidiano dei bambini e che li sostengono nelle diverse attività nonostante non si ottenga in alcun modo l’impegno con altri.

OBIETTIVI DELLA RICERCA:

L’obiettivo della ricerca è quello di esplorare il potenziale dei tablet di coinvolgere i bambini con ASD in attività sociali e di permettere loro di migliorare la collaborazione, essere creativi, esprimere se stessi, capire emozioni, compromettersi con gli interessi.

ORGANIZZAZIONE DELLA RICERCA

Partecipanti:  16 bambini della scuola elementare e 10 ragazzi delle scuole medie, i partecipanti  hanno vari range del disturbo dello spettro autistico, da bambini che comunicano maggiormente con schede di immagini a bambini con autismo di alto funzionamento. I ricercatori sono stati assistiti da un membro dell’unità scolastica, questa persona ha suggerito idee per attività e le ha rifinite, i ricercatori sono stati presenti in ogni sessione e hanno frequentato meetings di un gruppo di supporto locale di genitori con bambini con ASD, trovandosi con loro per almeno tre volte durante le attività di ricerca, in questi meetings sono stati ricevuti feedback. Inoltre i ricercatori si sono trovati col gruppo locale dell’Iowa (dove è stata svolta questa ricerca) di adulti con Sindrome di Asperger.

Materiali: Sono stati usati dei tablet per la ricerca con bambini con ASD che mostrano interesse per la tecnologia e possiedono già un computer e lo combinano  con la dimensione sociale che può essere raggiunta attraverso l’uso di una superficie multitouch. Gli schermi touchscreen sono più semplici da usare per alcuni bambini con autismo perché essi non forzano ai bambini di associare un movimento col muovere il cursore nello schermo.  Durante questo studio si è usato un tablet Dell XT2 di 12, 1 pollici che può rilevare fino a 4 tocchi in punti diversi dello schermo, inoltre può essere usata una stilò (che non può essere usata allo stesso tempo del tocco). Per progettare il software è stato usato il programma PyMT,  che è un set di attrezzi per sviluppare applicazioni multitouch.

 

ATTIVITA’ DI RICERCA

L’obiettivo era di progettare un’applicazione che fosse semplice, prevedibile, favorito il mezzo di comunicazione visiva e ha approfittato dei punti di forza dei bambini. In più questa applicazione è stata pensata per essere libera di errori, evitare la frustrazione (senza messaggi di errore, non risposte sbagliate, una mappatura chiara delle azioni e i sistemi), senza limiti, per aumentare la flessibilità di permettere una varietà di attività. Le attività di ricerca sono state condotte con l’obiettivo di migliorare iterativamente l’applicazione e sviluppare le attività in relazione mentre si conduce una valutazione formativa del suo impatto. Sono state registrate tutte le sessioni in modo da documentare l’evoluzione dell’applicazione e delle attività e soprattutto l’impatto dell’applicazione nel comportamento dei bambini.

Sessioni di bambini con basso-funzionamento: Le sessioni si sono svolte in due ambientazioni, la prima era un aula dove i ricercatori hanno lavorato con uno o due bambini alla volta mentre gli altri bambini svolgevano altre attività fuori dall’aula, i ricercatori hanno lavorato con 11 bambini maschi, dai 5 ai 9 anni. In queste sessioni è stata porta l’applicazione e presentata un’attività a questi bambini ed è stato mostrato loro come interagire con essa e poi loro hanno provato a usarla, osservando questi bambini si sono ottenute informazioni per migliorare le applicazioni e le attività da svolgere con loro. Quando i bambini si sforzavano troppo con le attività essi mostravano disinteresse (alzandosi, camminando per la stanza) e richiedendo altre attività. Quando loro gradivano le attività, essi dovevano farlo sapere usando parole come “mi piace questo”, sorridendo, ridendo o mostrando concentrazione ed interesse nell’attività.  Sebbene molti di questi bambini tendono a parlare molto poco, altri si offrirono per fare raccomandazioni per migliorare le applicazioni. Altre volte se i ricercatori avevano bisogno di avere dei feedback in specifiche caratteristiche si aveva chiesto hai partecipanti domande si/no, le risposte erano già scritte su fogli di carta e i partecipanti sceglievano la risposta che volevano dare.

Sessioni con bambini con  alto funzionamento: Queste sessioni sono avvenute durante l’ora di pranzo, questi bambini invitavano tre  o cinque compagni di classe con sviluppo normale per pranzare insieme in un’aula vuota. Questi pranzi a sacco forniscono ai bambini con ASD una possibilità di socializzare con altri bambini in un ambiente con meno distrazioni che in una mensa normale. Queste sessioni si sono svolte con bambini e bambine  di due fasce di età tra i 7 e  8 anni e tra i 10  e i 11 anni.  In queste sessioni i ricercatori hanno introdotto un’attività alla quale hanno partecipato i bambini. I bambini con ASD in questi gruppi hanno fornito dei  feedback così come lo hanno fatto i suoi compagni di gruppo.

Sessioni con bambini del dopo-scuola:  Queste sessioni si sono svolte con ragazzi dai 12 ai 14 anni, in questo gruppo c’erano 2 ragazze e 8 ragazzi. Si sono osservate le interazioni sociali svolte durante il training e successivamente hanno lavorato in gruppi di tre a quattro bambini alla volta mettendo in pratica le nuove abilità imparate.  Questi ragazzi sono stati diagnosticati con Sindrome di Asperger e tutti quanti erano in grado di comunicare con altre persone senza difficoltà. Questi ragazzi hanno fatto suggerito specifici cambiamenti da fare alle attività o alle applicazioni.

DESCRIZIONE DELLE APPLICAZIONI E LE RELATIVE ATTIVITA’

Disegno:  L’applicazione è stata fornita da un’applicazione per il disegno che ha permesso ai bambini di disegnare con la stilò, e ingrandire,  rimpicciolire, ruotare il disegno con le dita. È stata usata un’applicazione mani libere e zoomabile per due tipi diversi di attività. La prima permette ai bambini di esprimere se stessi che precedentemente non era possibile. Questo tipo di attività permette ai bambini di creare qualcosa che possono condividere con altri e questo permette di esprimere come si sentono.

storytelling

Usando lo stesso tipo di software si sono svolte attività di storytelling (racconti) con l’obiettivo di avere i bambini impegnati socialmente con un altro bambino  (uno dei bambini con ASD e l’altro con sviluppo normale). Per questa attività, i bambini si siedono attorno ad un tavolo (gruppi da due a sei bambini) successivamente veniva chiesto ai bambini di raccontare la storia disegnando qualcosa sul touchscreen, il bambino poi passa il tablet al bambino seduto accanto che continua la storia disegnando accanto o attorno al disegno precedente.  Questa attività conduce ad un’interazione sociale di alta qualità tra i bambini, tutti i bambini mostrano interesse sullo svolgimento del racconto chiedendo ai compagni cosa stanno disegnando o chiedendoli  cosa succederà successivamente; in questo modo i bambini si compromettono con gli interessi delle altre persone.

Comporre musica: Si è sviluppata un’applicazione che permette di comporre musica, questa applicazione trasforma lo schermo in un’arpa, i bambini sono in grado di selezionare i mattoni e metterli in righe e colonne  che rappresentano le singole note. Ogni colonna di note permette ai bambini di selezionare dalle note basse a quelle alte.  composizionemusicaleLe colonne sono suonate in sequenza e una volta suonate cambiano di colore e diventano verdi, i bambini possono aggiustare il tempo. L’applicazione fornisce ai bambini un’opportunità di creare qualcosa che possono condividere con altri, così come un’attività che li permette di divertirsi con qualcosa che non coinvolge uno degli interessi specifici, inoltre lo schermo multitouch permette agli adulti di spiegare come usare l’applicazione e fornisce una finestra nella mente dei bambini che (in alcuni casi di persone con ASD) provano a formare dei modelli visivi specifici quando si crea musica.

Come un’alternativa per coinvolgere più bambini in questa attività, si è usata l’applicazione per la composizione di musica, si è chiesto ai bambini di collaborare tra di loro passandosi il tablet e completando il brano, in una delle sessioni del pranzo si aveva chiesto ai bambini di ballare con i brani che avevano creato. Le aspettative sono state quelle di coinvolgere il bambino diagnosticato con ASD  di godere questo tipo di attività sociale e soprattutto che riescano ad apprezzare le interazioni sociali e che siano disposti e aperte a questo tipo di esperienze.

Untangle:  Questa applicazione presenta ai bambini un puzzle da risolvere. Questo puzzle consiste di un set di cerchi, ognuno connesso con altri due cerchi tramite linee. Per risolvere il puzzle nessuna delle linee deve essere sovrapposta. Esiste l’opzione di presentare dai 10 ai 25 cerchi nel puzzle, con maggior numero di cerchi la difficoltà aumenta,

Untangle

questi cerchi possono essere colorati in modo tale che si richieda una maggiore coordinazione. L’obiettivo di quest’applicazione è quella di incoraggiare la comunicazione, collaborazione (soprattutto quando si chiede ai bambini di lavorare in gruppi, coordinazione e il pensiero visuo-spaziale. Tutti i bambini (sviluppo normale e con ASD) godono di questo tipo di attività. Usando questa applicazione si è in grado di coinvolgere bambini di tutte le età mettendoli alla prova e sfidando le loro capacità.

Photogoo: Questa applicazione permette di distorcere un’immagine trascinando le dita sullo schermo, disegnare sull’immagine usando la stilò. Sono state condotte due tipi di attività con questo software, entrambe le attività coinvolgevano volti.  La prima attività parla dell’esplorazione delle emozioni, questa attività

photogooè molto utile soprattutto con bambini a basso funzionamento che stanno imparando / lavorando sul riconoscimento delle emozioni.

Con Photogoo essi possono modificare i volti dei loro personaggi favoriti e farli esprimere emozioni (per esempio modificare il contorno delle labbra). Successivamente veniva chiesto ai bambini di descrivere come la persona o il personaggio nella scena si poteva sentire, questo faceva riflettere ai bambini sulle emozioni degli altri prima e poi trovare un modo di mostrare queste emozioni sui propri visi.

Applicazione

Attività Abilità
Drawing Racconto collaborativo e auto-espressione Creatività, racconto, abilità fino-motorie, prendere e rispettare i turni, compromettersi con gli interessi propri e altrui.
Composizione musicale Comporre musica da soli o in gruppo Creatività, abilità  fino – motorie, prendere e rispettare i turni, condividere e collaborare.
Untangle Risolvere un puzzle Parlare ad alta voce per risolvere collaborando con altri un puzzle, abilità fino – motorie, prendere e rispettare i turni.
Photogoo Modellare le emozioni Capire le emozioni degli altri, abilità fino – motorie, notare e predire le emozioni facciali di altri.

 

Seconda parte dell’articolo: http://www.portale-autismo.it/caa/applicazioni-attivita-migliorare-le-abilita-sociali-bambini-autismo-2-parte/2905.html