A Rovereto (TN) un nuovo master in “Valutazione neuropsico-diagnostico nell’infanzia e nell’adolescenza”

0
446
definizione di autismo

Prende il via, nell’anno accademico in corso, il nuovo master universitario di secondo livello rivolto a formare specialisti nella valutazione neuropsico-diagnostica nella fascia dello sviluppo. Il master è promosso dal Dipartimento di Psicologia e Scienze cognitive dell’Ateneo, e in particolare dal Laboratorio di Osservazione Diagnosi e Formazione ODFLab
Le domande di partecipazione vanno inviate tramite application online entro le ore 12.00 del 10 gennaio 2020. Informazioni più dettagliate nella pagina web dedicata.

Per comprendere meglio le caratteristiche di questa nuova iniziativa, ne abbiamo parlato con la direttrice del master Paola Venuti, psicoterapeuta, professoressa e direttrice del Dipartimento di Psicologia e Scienze cognitive.

Paola Venuti

Per comprendere meglio le caratteristiche di questa nuova iniziativa, Anna Peripoli e Angela Pasqualotto hanno intervistato la direttrice del master Paola Venuti, psicoterapeuta, professoressa e direttrice del Dipartimento di Psicologia e Scienze cognitive.

Professoressa Venuti, di che cosa tratta questo nuovo master?
Il master approfondisce il processo di valutazione neuropsico-diagnostico di bambini e di adolescenti, unendo i contributi provenienti dalla neuropsicologia a quelli provenienti dalla psicologia clinica e diagnostica. In particolare, saranno affrontate le fasi che compongono il processo di valutazione clinica: dal perché si seleziona un test rispetto a un altro, alla modalità con cui quel test va somministrato, codificato e interpretato, fino ad arrivare alla stesura del profilo funzionale completo del bambino e/o del ragazzo e alla restituzione di ciò che è emerso.

A chi è rivolto il master?
Il master è rivolto a tutti i professionisti che si occupano, o che vogliono occuparsi in futuro, di assessment, ossia del processo di valutazione, in ambito evolutivo e che hanno conseguito un titolo di laurea magistrale in psicologia o in medicina e chirurgia purché associato alla specializzazione in psichiatria, in neuro-psichiatria o in psicoterapia.

Cosa c’è d’innovativo?

Questo master si caratterizza per la sua struttura fortemente applicativa e per gli argomenti che prende in considerazione. Per la prima volta, infatti… Leggi tutta l’intervista

Commenta

commenti